Cambiare lo strumento

A Piano, Chromatiche, Organetti, Diatonici, ecc.
moreno
Messaggi: 255
Iscritto il: mar apr 21, 2015 4:01 pm

Cambiare lo strumento

Messaggioda moreno » lun giu 08, 2015 11:12 pm

Premesso che il mio e' un po datato e non e' che abbia ricevuto particolari cure (ammetto di non averlo mai accordato ad esempio) e che si e' spezzato un pezzetto di tasto nella parte bassa mi sono guardato un po' intorno. Ho notato che tra le proposte e le offerte (anche su e-bay) le fisarmoniche a piano sembrano piu' giocattoli, rispetto alle cromatiche, a meno che non si scelga uno strumento molto costoso. Anche provandole devo ammettere che il suono di quest'ultima risulta comunque piu' pastoso. Dico provandole nel senso che siccome non suono la cromatica mi devo limitare all'esecuzione di pochissime note. Arrivo alla domanda: Partendo da un livello standard la cromatica e' piu' "fisarmonica" di quella a piano ?

massimo-fr-3x
Messaggi: 112
Iscritto il: mar gen 20, 2015 9:14 am

Re: Cambiare lo strumento

Messaggioda massimo-fr-3x » mar giu 09, 2015 12:29 pm

Ciao Moreno,
argomento interessantissimo.
Io penso che la fisarmonica sia "tale" sia a piano che cromatica; forse i bottoni ricordano maggiormente i Bistrot parigini ;)
Ciò che sò per certo è che l'impostazione tecnica della cromatica, per quanto attiene il canto, è estremamente differente da una fisarmonica a piano, a partire dalla impostazione delle note e quindi della mano destra.
Mi sembra di ricordare che all'interno del vecchio forum ci fosse qualcuno che si dilettava su tutti e due gli strumenti; quindi se, presente anche qui, potrebbe darci la sua autorevole opinione.
massimo

mauriziofisa
Messaggi: 294
Iscritto il: mar gen 20, 2015 11:02 pm

Re: Cambiare lo strumento

Messaggioda mauriziofisa » mar giu 09, 2015 1:11 pm

In questo caso mi sento particolarmente coinvolto essendo io passato da poco alla FISA a bottoni,è vero una cosa distintiva è proprio il suono che ad un orecchio inesperto può sembrare uguale ma un fisarmonicista sente subito una grande differenza dalla piano.poi tecnicamente è vero che è molto diversa ma vi assicurò che quando suono alcuni brani con la cromatica mi pare di eseguirli già molto meglio che sulla piano (con alle spalle anni di studio).

Per quanto riguarda l'accordatura io le tengo sempre in ordine, sono convinto che molti si stancano del proprio strumento proprio perche non tenuto al 100%

Avatar utente
Viseur
Messaggi: 245
Iscritto il: ven gen 30, 2015 2:08 am

Re: Cambiare lo strumento

Messaggioda Viseur » mar giu 09, 2015 10:17 pm

Come Maurizio, anche io sono amante delle "francesine"... ebbene si, su queste il suono è diverso dalle fisa a piano, probabilmente perchè le dimensioni della cassa armonica (e del cassotto) sono diverse che sulle pianoforte. La cosa non riguarda però le bottoni soprannominate "sistema internazionale" che sono costruite esattamente come quelle a piano e differiscono solo nella meccanica del manuale destro.
Personalmente ritengo che il suono di uno strumento arrivi per il 50%, solo per non sbilanciarmi oltre, dalla musicalità del musicista.
Io comunque fossi in te Moreno ( vivi in Toscana sud giusto?) mi farei un bel giro a Castelfidardo! Le provi con mano, e si ti è possibile le ascolti anche suonate da qualcun altro ;) nuove o usate (garantite ;) ) e probabilmente ti prendono indietro anche la tua vecchia fisa.
Riguardo all'aspetto tecnico: si raccontano tante leggende su cosa sia più facile su questo o quel sistema... beh sono tutte balle :o

moreno
Messaggi: 255
Iscritto il: mar apr 21, 2015 4:01 pm

Re: Cambiare lo strumento

Messaggioda moreno » mar giu 09, 2015 10:50 pm

Caro Mauriziofisa prendo per buono quello che dici ma ho avuto modo di provare a studiare la cromatica e mi sono reso conto subito che non e' che se sai suonare la piano impari anche la cromatica. Addirittura secondo me il fatto che si sia imparato sulla piano crea ostacoli ulteriori rispetto a chi si adatta subito alla fisarmonica a bottoni. Credo infatti che le abilita' acquisite su uno dei due strumenti non si possano miscelare nell'altro. Ma questa e' solo forse una mia impressione. Cio' detto non voglio assolutamente rinnegare la fisarmonica a piano ma forse quella cromatica e' un investimento, non mi riferisco solo a quello economico, anzi, destinato a valorizzare meglio il fisarmonicista.

moreno
Messaggi: 255
Iscritto il: mar apr 21, 2015 4:01 pm

Re: Cambiare lo strumento

Messaggioda moreno » mar giu 09, 2015 11:05 pm

Viseur hai senz'altro ragione. Il problema pero' e' che i miei itinerari da anni (sono sempre piu' un conservatore restio ad ogni novita' ma cambiero' senz'altro) contemplano l'asse Piombino\Livorno-Follonica\Grosseto con deviazione ogni 3 anni Repubblica Dominicana. Cio' mi impedisce di intraprendere lucidamente un viaggio in direzione Castelfidardo dove comunque potrei arrivare con la lingua di fuori e pronto a farmi infinocchiare da chiunque si volesse approfittare di un'incompetente quale sono in materia di fisarmoniche. L'unico appunto che ti voglio fare, siccome ci conosciamo da tempo, consiste nel fatto che credi davvero darei indietro la mia fisa in permuta? Ti dico che l'aver perso uno spicchio di tasto per giorni l'ho paragonato al fatto di aver perso un'unghia del dito..
Con immutata stima-

Avatar utente
Viseur
Messaggi: 245
Iscritto il: ven gen 30, 2015 2:08 am

Re: Cambiare lo strumento

Messaggioda Viseur » mer giu 10, 2015 2:18 am

Separarsi da uno strumento che ci ha fatto compagnia per anni è un dolore infinito...
E' come separarsi da una donna che hai amato :oops:
Tuttavia quando comincia una nuova relazione è difficile rimanere amici con la propria ex... all'inizio magari ci provi con tutta la buona volontà,
poi man mano sempre di più nella custodia ad invecchiare.
Preferisco sapere che la mia vecchia fisa venga amata e suonata da qualcun altro...

mauriziofisa
Messaggi: 294
Iscritto il: mar gen 20, 2015 11:02 pm

Re: Cambiare lo strumento

Messaggioda mauriziofisa » mer giu 10, 2015 1:05 pm

Sono d'accordissimo con Viseur,separarsi da una FISA suonata per anni è penoso (alcuni ci riescono senza problemi per me è difficilissimo).
Potrei dire tante cose e non farmi capire mi limito a questo: la sensazione che provo stando dietro a una cromatica alla francese (nel mio caso Cavagnolo) è impagabile, mai provata prima con tantissime fise a piano che ho provato.

Ammetto che il mio livello tecnico sui bottoni non è come quello che ho sulla piano (e forse non lo raggiungero' mai) ma il cuore mi dice che devo continuare con i bottoni.

Gianmaria Ruggeri
Messaggi: 35
Iscritto il: mer feb 04, 2015 11:27 pm

Re: Cambiare lo strumento

Messaggioda Gianmaria Ruggeri » mer giu 10, 2015 10:57 pm

se lo strumento suonato da anni è un ricordo di una persona che non c'è più non deve essere abbandonato o vonduto per forza ma può essere riposto con cura in un luogo dove sai che puoi andare a riprenderlo quando vuoi....anche se un domani il tuo amore sarà la fisa a bottoni :D

Moreno, in bocca al lupo per la tua scelta!!

moreno
Messaggi: 255
Iscritto il: mar apr 21, 2015 4:01 pm

Re: Cambiare lo strumento

Messaggioda moreno » gio giu 11, 2015 12:01 am

Viseur io sono un po' come le macchine diesel di una volta. Non come quelle di ora che corrono piu' delle turbo benzina. Una volta, anche nel lavoro, mi svegliavo la notte per prendere appunti sulle cose da fare per essere sempre presente. Ora mi fido piu' che altro dell'istinto che, come i diesel di una volta, mi accende la lampadina e resetta le frasi dette e non dette da chi critica giusto per partito preso, o per antipatia a pelle come del resto, al di la' delle cose che si scrivono, provo per te. Non credo, pur considerandomi un DILETTANTE autodidattico, di interpretare alcuni pezzi peggio di tanti professionisti per cui ritengo, anche recandomi a Castelfidardo per saggiare eventuali fisarmoniche da acquistare, di non dovere invidiare performance di altri (che potrebbero valorizzare meglio lo strumento forse secondo te) rispetto che so a questa mia:
https://www.youtube.com/watch?v=_UpjdAps5Gg

oppure alla mia interpretazione del moto perpetuo che ti dico essere in pole position in un sito americano che ecc.ecc.
Scusa il moto di orgoglio: scrivo cio' perche' sono un dilettante che alla meglio si applica sullo studio di pezzi difficili dedicando ad esso pochissimo del mio tempo. Ciononostante se vuoi ti dico che sei un un intenditore ecc.ecc.
Non me ne volere. E cerchiamo, se vuoi, in futuro di apprezzarci di piu' entrambi


Torna a “Lo Strumento”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron