accordatura dei bassi

A Piano, Chromatiche, Organetti, Diatonici, ecc.
mauriziofisa
Messaggi: 294
Iscritto il: mar gen 20, 2015 11:02 pm

accordatura dei bassi

Messaggioda mauriziofisa » lun apr 27, 2015 8:20 pm

Si parla sempre di come e' accordata una FISA al manuale destro,eppure anche i bassi e il loro timbro cambiano da FISA a fisa.ci sono modi per descrivere i vari timbri?mi pare che sia un argomento poco conosciuto

Riccardo Colombi
Messaggi: 3
Iscritto il: sab mag 09, 2015 10:46 am

Re: accordatura dei bassi

Messaggioda Riccardo Colombi » gio mag 28, 2015 3:47 pm

Per quanto so, la differenziazione
per l'accordatura bassi, parte dalla nota fondamentale
più profonda;
per intenderci se con i bassi faccio la scala di do,
il basso che sento più profondo rispetto agli altri
è da dove parte l'accordatura.
Solitamente una fisarmonica classica parte dalla più profonda Do,
folk,liscio,musette ne ho sentite e ne ho, con accordatura dal Sol,
dal Mi, dal La.

Avatar utente
MrWolmer
Messaggi: 332
Iscritto il: lun gen 04, 2016 1:36 am

Re: accordatura dei bassi

Messaggioda MrWolmer » lun gen 04, 2016 10:29 pm

Premettendo che non sono un maestro ma un semplice figlio del popolo che ama questo strumento fino alla follia condividiamo quel poco che so sui cosiddetti bassi standard.
Leggendo qualche libro di organologia la prima cosa che si impara è che si dovrebbe chiamare "LO STANDARD". Considerando uno standard a 5 voci abbiamo:

1) BASSO
2) TENORE (o TERZETTO)
3) ARMONIA GRAVE
4) ARMONIA MEDIA
5) ARMONIA ACUTA

Il basso e il tenore sono le voci che suonano con le note singole dello standard (i cosiddetti "bassi" e "contrabbassi") mentre le tre armonie sono le voci che suonano sia con le note singole che con gli accordi. Questo è per quanto riguarda la struttura dello standard.
Alcuni fattori che possono incidere sul suono dello standard sono i seguenti:

1) la nota di partenza del basso: a seconda della nota scelta cambia anche la disposizione degli accordi precomposti e la profondità sonora delle note singole.

2) partenza dell'armonia grave allineata col basso, in questo caso si parla anche di bassi ottavati. Se invece l'armonia grave parte da una nota diversa dal basso è ovvio che qualche differenza timbrica c'è ... (generalmente se ad esempio il basso parte da Do1, l'armonia grave parte da FA#2)

3) uso del separatore: è un dispositivo meccanico che permette il disaccoppiamento delle ance delle armonie da quelle delle note singole. Senza separatore, quando premi una nota singola, col MASTER (tutte le voci incluse), suonano tutte e cinque le voci (basso, tenore, e le tre armonie); col separatore invece, sempre col MASTER INCLUSO hai la possibilità di far suonare solo basso e tenore sulle note singole, ed è ovvio che se c'è il separatore inserito e tu non lo sai, la differenza di suono l'avverti ma non sai perché ...

Ovviamente a tutto questo c'è da aggiungere i tipi di materiali usati per la costruzione dello strumento che interagiscono tra loro, ma la differenza la fa l'impianto fonico del manuale, il numero di registri, i bassi ottavati (armonia grave allineata col basso) e il separatore.
Se trovo lo scanner ti posto delle immagini che avevo preparato per un post simile nell'altro forum 6 anni fa.
Comunque se vuoi approfondire l'argomento, io queste cose le ho imparate sul libro: "I registri della fisarmonica" di Angeloni-Paterno-Battiston-Visentin edito da Berben. Non dico che sia l'unico perché non ho la pretesa di conoscerli tutti.
Anzi, se qualcuno di voi conosce altri libri sull'argomento (anche in inglese), è pregato di postarli nel forum perché mi interessano e sicuramente potrebbero interessare anche ad altri che vogliano approfondire l'argomento.
Vivi come se dovessi morire domani. Impara come se dovessi vivere per sempre.
Gandhi

mauriziofisa
Messaggi: 294
Iscritto il: mar gen 20, 2015 11:02 pm

Re: accordatura dei bassi

Messaggioda mauriziofisa » mer gen 06, 2016 2:10 am

Bene bene, finalmente una spiegazione con i fiocchi grazie mille

Avatar utente
MrWolmer
Messaggi: 332
Iscritto il: lun gen 04, 2016 1:36 am

Re: accordatura dei bassi

Messaggioda MrWolmer » mer gen 06, 2016 9:05 am

Prego.

Purtroppo libri su questo argomento non ne conosco, mi piacerebbe approfondire l'organologia del nostro strumento più che altro da un punto di vista pratico, più musicale, senza sfociare nel fisico che sarebbe di poca utilità per un musicista ma non riesco a trovare nulla. Non saprei proprio da dove cominciare. E anche se qualcosa c'è sono convinto che bisogna ciucciarsela in altre lingue come inglese, tedesco e francese.
Quel volumetto di Paterno & C. è stato l'unico che ho trovato.
Vivi come se dovessi morire domani. Impara come se dovessi vivere per sempre.
Gandhi


Torna a “Lo Strumento”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron